Arte Modulare

In questa tecnica, l'artista realizza dei pannelli di media grandezza, al centro dei quali mette un gancio ad "L"
Questop pannello si chiama il "Modulo ZERO".
Lo spettatore puo' appendere oggetti al gancio, e questo porta ad una "personalizzazione" dell'opera che puo' fare l'artista o lo spettatore.
Gli oggetti che si appendono al gancio si chiamano il "Modulo UNO".
Nelle mostre che Levy fa, di solito su una parete vi e' una fila di Moduli ZERO, e sula parete di fronte una fila di possibili Moduli UNO
L'artista quindi chiede agli spettaori di attivarsiu e scegliere dei moduli UNO da appendere sui Moduli ZERO.
In tal modo l'osservatore diventa attivo e puo' assemblare lui l'opera d'arte finale, ovvero la coppia di un Modulo zero con sopra appeso un Modulo UNO.

Qui sotto troverai una serie di esempi di Arte Modulare.

TZADI as Zionism

TZADI come ZIONUT, Sionismo

SHIN as SHALOM AL ISRAEL, Peace over Israel.

SHIN come SHALOM AL ISRAEL, sia la Pace sopra Israele.

SAMEKH come SEFARAD, Spain

SAMEKH come SEFARAD, Spagna


PE as Pisa

PE come Pisa


MEM come Marocco

MEM as Morocco

TET as Teheran

TET come Teheran


SAMEKH come Salonicco

SAMEKH come Salonicco


GIMEL as Gaudi'

GHIMEL come Gaudi'

TET come Torino

TET come Torino Trash Town